Gli imprenditori di maggiore successo lo sanno…

Il modo più potente, rapido e diretto per diventare un’autorità nel tuo settore, guadagnare credibilità e vendere molto, molto, MOLTO di più è solo uno:

>> SCRIVERE UN LIBRO <<

E se anche tu…

  • Temi di non riuscire a creare il capolavoro di copywriting che DEVE essere il più potente strumento di marketing in azienda…
  • Non hai abbastanza ore a settimana per scriverlo e stai procrastinando di mese in mese…
  • Non conosci professionisti a cui daresti in carico un compito così delicato e importante, e credi che delegarlo ad un freelance “qualunque” sia una follia…

… e pensi che le tue tasche siano abbastanza profonde per poterti guadagnare la collaborazione dei PRIMI veri copywriter italiani certificati Marco Lutzu e Frank Merenda – allora apri bene le orecchie, perché:

“Dopo mesi di rifiuti costanti…
alla fine HO CEDUTO alle continue e pressanti richieste, e ho deciso di mettere le abilità mie e del CopyTeam al TUO servizio per la produzione (o l’ottimizzazione) del tuo LIBRO PER VENDERE!”

 

Ti avviso: si tratta di un privilegio per pochissimi eletti. Siamo in 9 (NOVE), di conseguenza siamo costretti ad essere estremamente selettivi. Dovrai meritarti questo onore, ma…

Se la tua richiesta verrà accolta, sarai uno dei pochissimi imprenditori visionari in tutta Italia ad avere un libro professionalmente scritto con lo scopo di vendere!

Grazie alle più oscure (e segrete) strategie di copywriting, metterai il turbo alla tua scalata al successo – diventando un’autorità del tuo settore in men che non si dica – impedendo ai tuoi concorrenti di eguagliare il tuo successo!

 

Rimini, 7 novembre 2016
Dalla scrivania (provvisoria) di: Marco Lutzu

 

Sono le ore 10:12 e mi trovo alla stanza 401 dell’hotel Artis di Rimini.

Mi sono svegliato da poco. Prima ancora di ricordare bene chi o dove sono, ho iniziato a scriverti queste parole.

Se mi conosci da un pò, dovresti sapere che non sono un tipo mattiniero. Ma se questo è vero di solito, in questo caso ho fatto doppiamente fatica a scivolare giù dal letto e trascinarmi alla tastiera del Mac con la sola forza delle mie braccia.

Perché sono così provato fisicamente e psicologicamente?

Perché sono reduce dal corso Venditore Vincente, che si è concluso proprio ieri sera – e se c’eri anche tu, sai bene di cosa sto parlando.

Per uno abituato alle sue belle 8 ore di sonno e alla tranquilla solitudine di un isolato rifugio svizzero, ritrovarmi a dormirne 5 stando 18 ore al giorno in mezzo alla gente non è facile.

A tutto questo aggiungi che ho anche tenuto alcuni interventi sul palco – e per me, che sono tutto tranne che un animale da palcoscenico, è una prova durissima.

Sarei stato così bene nell’ombra dell’ultima fila ad ascoltare Frank… e invece no, ho dovuto calcare il palco e cavalcare le luci della ribalta per più giorni di fila.

Anche se mi dicono che sono andato bene, continuo a pensare che lo dicano per farmi contento. Io so solo che ogni volta che scendevo da quel palco, mi sembrava di aver appena scalato l’Everest con le infradito e una mano legata dietro la schiena.

Durante il secondo intervento del primo giorno credevo letteralmente di svenire sul palco per la stanchezza…

Eppure sono ancora qua, ancora vivo (più o meno) e vegeto (si fa per dire).

Ma se sono così stanco, affaticato ed esaurito… perché mi sono rimesso subito al lavoro alle 10 del mattino dopo aver dormito a mala pena 5 ore?

È presto detto: ho una cosa mooolto importante da dirti.

Non poteva aspettare?

No, non poteva aspettare.

Il mio inconscio stanotte mi ha teso una bella trappola. Ormai mi sono abituato a “dormire sopra” i miei progetti di Copy, così il mattino dopo mi sveglio già con le idee ben chiare.

Solo che questa volta quel bastardo (l’inconscio) mi ha teso un’imboscata e se n’è fregato del mio bisogno di dormire. Mi son svegliato poco fa con l’urgenza di scrivere subito quello che mi passava per la mente, e non potevo far finta di nulla.

Per esperienza personale, so per certo che se non cogli al volo un’idea quando si presenta, quell’idea sarà persa per sempre.

Quindi non potevo rimandare.

Ma c’è anche un altro motivo per cui non potevo rimandare questa lettera…

E cioè che da tempo – mesi ormai – continuavo a ricevere sempre lo stesso tipo di richiesta da un sacco di gente.

Ho provato a rifiutare, a svicolare, a far finta di nulla, a temporeggiare…

Ma non posso più andare avanti così. È arrivato il momento di far fronte ai propri doveri ed affrontare la realtà.

Non posso più tirarmi indietro. Pure io, nel mio proverbiale coraggio cavalleresco, così sprezzante dei pericoli e impavido di fronte a qualsiasi sforzo… questa volta, non ho potuto deviare il proiettile.

Ho dovuto accogliere le richieste. Come diceva Zio Ben (lo zio di Spiderman), “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”.

Ebbene, è arrivato il momento di prendersi le responsabilità che derivano dall’essere il copywriter numero uno in Italia (lo sapevo che sta cosa del copy mi si sarebbe rivoltata contro un giorno o l’altro…).

Quindi ho il piacere di dirti che il Dr Lutz ha deciso di rispondere una volta per tutte alle richieste di soccorso che gli venivano trasmesse di continuo e, insieme ai suoi ragazzi del CopyTeam, è pronto a trarre in salvo…

… gli imprenditori più astuti e lungimiranti, consapevoli che
scrivere un libro è ormai un tassello indispensabile nel loro marketing.

Se non ne sei ancora consapevole abbiamo un problema. Ma è un problema che ho intenzione di risolvere nelle prossime righe rispondendo brevemente ad un’unica, semplice domanda:

Perché è indispensabile pubblicare un libro?!

Vediamo di svelare l’arcano velocemente così possiamo andare avanti.

Come magari sai, per lo sviluppo di un brand servono diversi anni. Decenni. E questa lentezza fisiologica è un dato che dobbiamo tenere in considerazione quando decidiamo di fare business.

Ora, posto che abbiamo tutte le carte in tavola a livello teorico per sfondare in un particolare mercato, serve tempo.

Problema:

tu NON hai intenzione di aspettare 30 anni che il tuo brand sia conosciuto.

Non puoi aspettare 10, 20 o 30 anni affinché il tuo posizionamento sia riconosciuto. Non vuoi avere i capelli bianchi (o a terra) quando le persone cominceranno a conoscerti perché sarai diventato una celebrità.

Non ti piace la prospettiva di goderti un decimo del successo, dati tutti i sacrifici che hai fatto per una vita nel creare un’azienda che vola grazie a te.

Quindi qual è la soluzione per accelerare il raggiungimento del MASSIMO livello di celebrità e diventare l’autorità di riferimento nel tuo settore?

Scrivere un libro è una delle due alternative per velocizzare il tuo successo e accelerare il raggiungimento di un livello di celebrità che solo anni e anni di duro lavoro potrebbero (forse colmare).

Per questo tutti i marketer più importanti al mondo hanno scritto libri e hanno lasciato che lavorassero al posto loro.

Un imprenditore che ha capito le regole del
gioco scrive un libro per:

  • Utilizzarlo come strumento di lead generation e creare un “gancio” tra loro ed il potenziale cliente;
  • Attirare nuove proposte per andare a parlare ai corsi e seminari altrui;
  • Aumentare la propria visibilità, senza doversi vendere in prima persona;
  • Generare a basso costo nuove persone che parlano bene del suo lavoro e che lo consigliano ad altri;
  • Generare importanti risultati nella propria campagna di direct marketing, regalandolo o vendendolo alla propria cerchia di contatti;
  • Essere onnipresente nel proprio mercato;
  • Automatizzare letteralmente la propria strategia di marketing, lasciando che i contatti stessi lo facciano per lui (leggendo il libro e scrivendo successivamente testimonianze positive, oppure parlandone bene ad altri).

Da questo piccolo elenco che hai appena letto dovrebbe esserti arrivato un altro messaggio:

NON devi diventare il prossimo Stephen King e fare soldi vendendo il tuo libro, ma devi vendere te stesso e il tuo business attraverso il libro!

Il libro non è il fine, ma rappresenta il mezzo con il quale ti stacchi definitivamente dalla concorrenza. Il libro è il biglietto da visita degli imprenditori di successo.

Capisci che se tutti gli altri lasciano un bigliettino e tu ti presenti dal cliente con un libro al posto di un foglietto, magari stai giocando tutto un altro sport, da solo e puoi andare a canestro SENZA nessuno che ostacoli le tue schiacciate?

Se ti è chiaro questo concetto, voglio rivelarti anche l’alternativa al libro di cui ti parlavo prima.

Te la voglio rivelare perché non voglio farti passare che il libro è “l’unica soluzione”. Perché nella realtà dei fatti non lo è.

Infatti, per combattere la lentezza fisiologica che caratterizza la prima parte della vita di un brand, esistono altri strumenti di accelerazione massima dei risultati.

La prima è sicuramente l’advertising tradizionale in televisione.

Certo, dovrebbe essere fatto secondo dei canoni di marketing a risposta diretta ben precisi ecc… ma non è questo il problema principale a mio modesto avviso.

Il problema principale è che

se non hai almeno 20 milioni di euro da investire in pubblicità televisiva tradizionale, meglio che non butti via i tuoi soldi per niente

Proprio così.

Sono stati fatti degli studi che hanno dimostrato che al di sotto della soglia dei 20 milioni d’euro, l’advertising classico NON porta alcun tipo di risultato.

Quindi se hai 20 milioni d’euro e più da investire, hai la mia benedizione. Vai e manda in tilt i canali televisivi.

… sei ancora qui?

“Certo che sono ancora qui! Mica ce li ho 20 milioni d’euro per finanziare una campagna pubblicitaria televisiva che funzioni!”

Ok, ok. In questo caso lo strumento che metterà il turbo alla tua scalata al tuo successo è proprio il tuo LIBRO.

“Marco, ma allora questo libro devo proprio scriverlo! Non avendo altra scelta non ha senso rimandare!”.

Eh già. Non si scappa. Il problema è che il tempo non basta mai.

Con tutti i problemi che hai ogni giorno da risolvere, le emergenze da spegnere, i collaboratori da gestire, le email da mandare… il tempo non basta mai.

Potresti delegarlo, ma se sei da un po’ su Planet Frank ormai hai capito che il marketing non lo puoi delegare. La ragione è che le persone che trovi là fuori non hanno idea di cosa sia il vero marketing, non parlano la “tua stessa lingua” e delegandolo a loro otterresti un lavoro distante anni luce dalle tue aspettative.

Ma è proprio da questo preciso punto che sono nate tutte le richieste di cui ti raccontavo prima.

“Non ho tempo… gli altri non sanno di cosa parlano… Marco e il CopyTeam sono gli unici copywriter in circolazione che sanno cos’è il vero marketing… ho trovato:

Me lo faccio scrivere da loro!!!”

Questo era il filo logico che portava le persone a farmi richieste che, in media, somigliavano tutte a questa che ti riporto qui sotto:

“Marco maaa… se io vi pago e me lo scrivete voi il libro?”

La risposta era sempre “NO”.

Per un motivo molto semplice: non eravamo ancora pronti.

Voglio essere sincero con te, e raccontarti la storia di come sono andate realmente le cose.

Non so da quanto tempo tu sia atterrato su Planet Frank, ma forse sei stato testimone diretto di alcuni di questi eventi. Alcune cose potresti averle seguite in diretta. Altre, per forza di cose, NON puoi saperle.

Quindi adesso ti racconterò come sono andate le cose, e perché proprio ora io abbia cambiato idea sulla scrittura di libri.

Ecco perché non potevamo scrivere il tuo libro – la verità celata dietro i miei continui rifiuti a collaborare con gli imprenditori che mi chiedevano “una mano”

Devi sapere che un anno fa ho selezionato un gruppetto di ragazzi (squattrinati e spiantati, ma con tanta voglia di imparare), e gli ho insegnato TUTTO quello che sapevo – e tutt’ora continuo a riversare su di loro le mie conoscenze proibite – sull’arte del copywriting.

Avrebbero imparato direttamente da me come scrivere per vendere.

Alcuni di loro all’inizio erano parecchio indietro. Oggi non ho nessun problema ad ammetterlo, né ho paura che si offendano quando leggeranno queste righe (primo perché stiamo parlando del passato, secondo perché è la verità).

Come ti dicevo, qualcuno era più maturo nella scrittura, ma altri erano molto più indietro.

Ho scelto proprio queste persone (e non altre) perché ho intravisto in loro un qualcosa. E dopo un anno posso dire (tirando un rincuorante sospiro di sollievo) di aver fatto la scelta giusta.

Mentre gli insegnavo quello che sapevo, loro facevano pratica scrivendo.

Agli inizi i loro materiali non erano abbastanza buoni da essere pubblicati (né tantomeno venduti). Tutto calcolato, lo avevo previsto.

Quello che non avevo previsto in quel periodo erano le prime richieste di scrittura di libri a nome di altri.

Ma ero ancora da solo. Non sapevo da che parte girarmi dalle cose che avevo da fare e non avevo nessuno che mi potesse dare una mano. Anzi, avevo pure un gruppo di ragazzi da seguire e addestrare personalmente.

Anche perché…

… scrivere un libro NON è uno scherzo. È una cosa estremamente impegnativa, e che richiede un mare di TEMPO.

Dove potevo trovare il tempo per scrivere tutti quei libri che mi venivano richiesti? Non potevo. Avrei voluto aiutare queste persone, ma non ne avevo le possibilità.

Quindi ero costretto a rifiutare le richieste – che comunque non smettevano di arrivare, nonostante non avessi fuori NESSUNA offerta in tal senso.

Non mi ero mai promosso per questa cosa e non c’era nessuna sales in giro a mio a nome che vendesse un servizio di scrittura di libri di questo tipo.

Nonostante questo, le richieste continuavano ad arrivare. Le persone cominciavano a comprendere sempre di più l’importanza di scrivere il proprio libro, il suo ruolo fondamentale nell’accelerare il proprio successo e l’importanza di inserirlo nel loro marketing a risposta diretta.

Come se non bastasse, Frank continuava a incoraggiare gli imprenditori, i venditori e i professionisti di tutta Italia a scrivere il proprio libro e pubblicarlo per raggiungere il MASSIMO livello di celebrità possibile.

Il risultato? C’era una folla affamata, ma nessuno che potesse cucinargli il pasto.

I mesi passano.

Le richieste aumentano.

E più il concetto di scrivere e pubblicare il proprio libro diventava ormai una necessità molto sentita dai veri imprenditori, più io vedevo il mio tempo a disposizione ridursi drasticamente.

Oltre a veder scomparire il mio tempo, un altro fatto si faceva sempre più evidente davanti ai miei occhi. In questi mesi i miei ragazzi sono cresciuti in una maniera incredibile, compiendo passi da gigante, e diventando copywriter a risposta diretta fatti e finiti.

Diventano così bravi che decido di lanciare un business con loro, la CopyAcademy, dove oggi seguono personalmente i clienti nel ruolo di TUTOR. Ormai mi fido ciecamente di loro, e sono diventati così maturi da poter insegnare il Copy a loro volta.

Così arriviamo a oggi.

Al corso Venditore Vincente X, per la precisione, che si è appena concluso. Se anche tu eri qui a Rimini in questi giorni, sai già perché ti sto scrivendo.

In questi quattro giorni una delle cose più importanti che è emersa è stata proprio l’importanza di avere un libro con la propria foto e il proprio nome in copertina.

Per riprendere il discorso di prima, se non hai un capitale infinito da buttare in spazi pubblicitari televisivi – ma nonostante tutto vuoi essere percepito come autorità, celebrità ed esperto il prima possibile dal tuo mercato di riferimento – non ti rimangono altre scelte: devi pubblicare il tuo libro.

Finché non avrai pubblicato un libro, non sarai MAI percepito come un vero esperto nel tuo settore, verrai considerato “uguale ai tuoi concorrenti” e ti mancherà sempre quell’aura di autorevolezza e competenza che caratterizza chi ha il suo faccione stampato sulla copertina di un libro.

E appunto, proprio in questi giorni, nelle pause del corso ogni tanto c’era qualcuno che mi fermava nei corridoi del Palacongressi e mi diceva:

“Marco tu dici dici del libro ma io non ho tempo e non so manco scrivere, non so nemmeno da dove cominciare! E anche se lo sapessi non avrei tempo di farlo! Perché non me lo scrivi tu?”

Così ho capito.

La seconda volta che mi è stata chiesta questa cosa, ho avuto una vera e propria illuminazione.

Per la precisione, è stato venerdì 4 novembre, nella pausa del pomeriggio, attorno alle 17. Io ero alla disperata ricerca di un caffè (perché di lì a poco avrei dovuto salire sul palco per la terza volta).

Quando un tizio mi ferma e mi comincia a parlare. Io penso che se non taglia corto rischio di perdermi il mio caffè. Ma lo ascolto e annuisco. Poi mi chiede del libro.

Io parto con la risposta preconfezionata che avevo dato per mesi.

“No guarda veramente non è un servizio che faccio e poi sono da solo a…”

Un momento… NON sono più solo!

In quell’istante esatto capisco che il momento è arrivato: ho al mio fianco una squadra di copywriter agguerriti che mi seguirebbero fino all’inferno se solo glielo chiedessi – non che glielo chiederò mai, però il solo saperlo mi riempie di gioia.

In un lampo il senso di colpa che mi stava trafiggendo ogni volta che rifiutavo una richiesta di soccorso fu sostituito da una sensazione di onnipotenza mai provata prima: finalmente ho una squadra di compagni insieme ai quali aiutare gli imprenditori a scrivere i propri libri!

In quel preciso istante ho capito che potevamo farlo. Dovevamo farlo. Gli imprenditori non possono aspettare oltre.

Forse anche tu che stai leggendo ora questa lettera in un qualche momento mi hai chiesto di scriverti un libro, e io ho rifiutato dicendo che per il momento non avrei potuto e che forse un giorno lo avrei fatto.

Ora quel momento è arrivato!

Quindi ti comunico ufficialmente che i cancelli sono aperti, perché io e il CopyTeam abbiamo deciso di dedicare una fetta del nostro tempo proprio alla scrittura o alla revisione di libri per imprenditori.

Ma attenzione! Ci sono due problemi, che vanno in conflitto fra loro:

  1. Scrivere libri richiede molto tempo;
  2. Sia io sia i miei ragazzi abbiamo pochissimo tempo.

Questo cosa significa per te?

Che saremo estremamente selettivi. Non accetteremo tutte le richieste che ci arriveranno.

Anzi, vaglieremo con attenzione i progetti e chi ce li sottoporrà. Non basta che tu abbia qualche millino da spendere e ce lo allunghi sul tavolo, per far sì che noi decidiamo di scrivere il tuo libro.

Gli spazi sono pochissimi. Non si tratta qui di usare la leva della scarsità per “manipolarti” (cosa che peraltro ti ricordo che dovresti sempre fare coi tuoi clienti nei tuoi materiali di marketing)…

Sono SINCERO, credimi. Ogni mese possiamo permetterci di seguire al massimo due progetti di scrittura di libri. Non dieci, né cinque, né tre. DUE.

Questo significa che la selezione sarà spietata, e che il numero di libri prodotti sarà sempre e comunque estremamente limitato.

E si creerà una lunghissima lista d’attesa di gente che vorrà un libro scritto da noi.

Te lo ripeto: non basta pagare per avere questo servizio. Tu puoi avanzare la tua candidatura, e la tua richiesta sarà esaminata da noi. Ma poi NON è automatico che accetteremo la tua richiesta. E se lo facessimo, andresti comunque in coda alla lista d’attesa.

Quindi se ci tieni a prenotare il tuo posto, faresti meglio a sbrigarti. Ammesso e non concesso che tu venga selezionato, più tardi ti muovi, più tempo dovrai aspettare per avere il tuo libro pronto.

Tutto questo in fondo è più che comprensibile.

Io e i miei ragazzi siamo i migliori copywriter in Italia.

E siamo l’unico team di Copy così numeroso. Non esiste una forza più potente della nostra in Italia in termini numerici e di competenza.

Siamo in 9, attualmente, e siamo estremamente agguerriti. Scriviamo come dei cyborg e produciamo – alla velocità della luce – fiumi di copy che genera fatturati mostruosi.

Se ci mettiamo di buzzo duro, non ci ferma nessuno.

E questo la gente lo sa. Ecco perché se stai anche solo pensando di averci dalla tua parte, è necessario che tu ti muova SUBITO.

Immagina di avere un esercito di copywriter professionisti al tuo servizio. Immagina la sensazione che proverai quando stringerai fra le mani il tuo libro, oltretutto sapendo che è PERFETTO, perché è stato scritto dai migliori che tu avresti potuto trovare sul mercato.

Ma c’è anche una cosa negativa che devi immaginare: un palazzetto per congressi con quasi mille persone al suo interno.

Quasi mille persone che per quattro giorni di fila si son sentiti dire quanto sia fondamentale per un imprenditore pubblicare un libro.

Ora, ti chiedo, secondo te cosa faranno quelle (quasi) mille persone quando leggeranno questa lettera e sapranno che ora il CopyTeam è sul mercato, e si offre di produrre libri per altri?

Esatto, hai indovinato!

Si fionderanno tutti come avvoltoi in fondo a questa pagina per compilare il modulo e avanzare la propria richiesta. Fra qualche giorno, potremmo avere una lista d’attesa lunga un anno.

Non sto scherzando, credimi.

Mi piacerebbe potermi aprire in due il cranio davanti a te e far sgorgare direttamente le mie cervella sulla pagina per permetterti di leggermi nella mente.

Se lo facessi, sapresti che non sto esagerando, perché in base alle richieste che ho ricevuto finora, ho stimato che non appena avrò buttato fuori questa lettera riceverò ALL’ISTANTE almeno una dozzina di richieste.

Che si moltiplicheranno nel giro di poche ore.

Ed io sarò costretto ad essere estremamente selettivo. Lavorare col CopyTeam sarà un privilegio per pochi. Un privilegio che non si consegue semplicemente pagando.

Ma anche dopo una dura selezione, immagino che la lista sarà comunque lunga.
Perché il servizio in questione richiede tanto tempo, ovviamente.

Un libro non si scrive in un novanta minuti, né in due giorni. Perlomeno non un libro BUONO.

Solo che visto che io sono un perfezionista non permetterò MAI che dal mio gruppo escano lavori del cazzo. Siamo i migliori copy in Italia, e non voglio sputtanare il mio brand producendo materiali scarsi.

Quindi non esistono né “fate veloce”“eh ma online ci sono ghostwriter che scrivono libri per pochi euro e li consegnano in due giorni”.

Io e il mio team facciamo due sport diversi rispetto a questi “artisti” della rete. E, onestamente, non mi interessa nemmeno sapere quale sport faccia questa gente, perché non potranno MAI in alcun modo darti un libro funzionale al tuo business e al raggiungimento del tuo successo.

Io so solo che ho addestrato i miei ragazzi per essere i migliori, e loro non sanno lavorare diversamente. Quindi produrremo al massimo un paio di libri al mese. E già questo richiederà a tutti noi uno sforzo sovrumano.

Il mio tempo è limitato.

E lo è anche quello dei miei ragazzi.

Quindi se hai anche solo una vaga idea di farcene perdere, lascia stare. Non sei ancora pronto per collaborare con il CopyTeam.

Se invece:

  • pensi di essere all’altezza dei nostri standard,
  • hai un business model sensato,
  • hai un brand positioning preciso,
  • hai numerose strategie di marketing in campo (non puoi aspettarti che il libro faccia tutto da solo, visto che il libro si deve inserire in un processo più ampio di comunicazione e di “invasione dell’ambiente”)…
  • sei consapevole che i benefici portati da un libro scritto in modo efficace in termini di autorità, credibilità e vendite sono inestimabili,
  • hai il budget necessario e sei pronto a sostenere un investimento a multiple cifre per avere un libro “come Frank comanda” – fra i 4 e i 9 mila euro, a seconda che si tratti di una revisione o di una stesura da zero…

>> Compila adesso il modulo con i tuoi dati! <<

Sarai ricontattato al più presto da uno dei miei ragazzi, o da me in persona, per ricevere maggiori informazioni e soprattutto per sottoporci il tuo caso.

ATTENZIONE: come ti ho già detto prima, la richiesta di informazioni non comporta l’automatica accettazione del tuo progetto.

Tu riceverai tutte le informazioni che desideri, ma anche io avrò bisogno di riceverne da parte tua. Questo per capire se esistono effettivamente i presupposti per lavorare insieme o meno.

Perciò RICORDA!

Avere un libro scritto da un team di professionisti copywriter comporta numerosi e succosi vantaggi, come:

  • Accrescerai vertiginosamente la tua credibilità, ogni trattativa di vendita sarà più facile e il tuo marketing risulterà più potente. Dopo che avrai il tuo libro non sarai più Pinco Pallino. Diventerai Pinco Pallino, scrittore del libro “Pinco Pallinolandia”. Tutto un altro sapore per un potenziale cliente interessato a “Pinco Pallinolandia”, non credi?
  • Ti imporrai come autorità nel tuo settore. Ancora una volta, presentarti come autore di un libro nel tuo ramo di competenza, ti mette su una luce COMPLETAMENTE nuova agli occhi di chi ti circonda.
  • Venderai di più. Un libro – scritto in modo efficace – non è nient’altro che una “sales letter invisibile”. Quando il tuo cliente lo legge e viene catturato dalle sue parole… quello che sta anche succedendo è che lui sta comprando TE e la TUA visione del mondo (o del tuo settore). Come può la tua concorrenza competere con una mossa di marketing così sottile, subdola e prevaricante come questa?
  • Ti aprirà le porte ad un numero ENORME di strategie di marketing per aumentare ancora di più il tuo fatturato e far crescere la tua azienda (argomento toccato più e più volte durante Venditore Vincente e Marketing Merenda).
  • E tanti, TANTI altri benefici collaterali che potrai goderti una volta che stringerai tra le mani il tuo libro. Ti renderai presto conto che sarà come se avessi ingaggiato un semi-dio assetato di sangue a combattere la guerra contro la tua concorrenza.

A questo punto penso di averti detto tutto. Inutile continuare a girarci intorno:

  • Tu vuoi un libro stampato a tuo nome, ma
  • Non hai il tempo di scriverlo.
  • Io posso scrivere quel libro.
  • Tu hai i soldi per pagarlo (dai 4 ai 9 mila euro).
  • Io mi prendo quei soldi.
  • Tu ottieni il tuo libro, e così
  • Siamo tutti felici e contenti.

Semplice no?

  • * Campi Obbligatori

Scrivi libro,

Stampi libro,

Prendi i soldi.

(Ma prima ne dirotti un po’ a me)

Marco Lutzu.

P.S.

Un libro – scritto seguendo gli stilemi del copywriting – è uno dei più potenti strumenti di marketing che puoi avere a tua disposizione. Se ci tieni davvero a rendere la tua azienda ricca e gloriosa, faresti bene ad iniziarne a scriverne uno. Adesso.

Prima però, ricordati che dovresti padroneggiare l’arte del copywriting cosicché colpisca davvero nel segno e produca i benefici che abbiamo elencato sopra.

Dopodiché dovresti dedicare almeno 4-5 ore alla settimana a buttare giù del testo, poi organizzarlo, poi riscriverlo, correggerlo e rivederlo… E continuare a farlo per almeno 6 mesi / 1 anno (mediamente), assicurandoti di non rimandare per i troppi impegni o – peggio – di lasciare questo compito fondamentale da parte.

La strada per imprenditori impegnati, invece?

È quella che ti ho descritto in questa lettera. Compila il modulo qui sopra e se verrai selezionato, io e il mio team ci occuperemo del tuo libro, mentre tu ti dedichi alla tua azienda.

Solo, non rimandare un secondo di più o rischi che – anche nel caso tu venissi selezionato – dovrai finire in coda dietro a chi è stato più veloce di te!